10 regole per curarsi a tavola

Curarsi con il cibo, in una parola “immunonutrizione”. Tutti noi sappiamo che una corretta e bilanciata alimentazione è sinonimo di buona salute.

Il cibo infatti ha un notevole impatto sul sistema immunitario. Secondo Mauro Serafini, responsabile del laboratorio di Alimenti funzionali e prevenzione dello stress metabolico presso il Consiglio per la ricerca in Agricoltura, e Jirillo, professore di Immunologia all’Università di Bari, non si tratta di mode ma è certo che tutto ciò che introduciamo nel nostro corpo produce una reazione del sistema immunitario.

Per questo occorre sapere cosa preferire e cosa evitare, cosa mischiare e quali alimenti scegliere per tenerci in salute.

Ecco le 10 regole dell’immunonutrizione che ciascuno di noi dovrebbe conoscere (e che in molti casi conosciamo già):

1. Attenti al cibo spazzatura. Il sistema immunitario infatti ci protegge da quello che ci fa male ma è indubbio che alcuni alimenti aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro.

2. Meno grassi, più verdure. I cibi caratterizzati da alto contenuto calorico, grassi e zuccheri producono una risposta immunitaria che dura per circa 6-8 ore dopo il pasto. Alimenti e bevande di origine vegetale invece riducono questo stress.

3. Curiamo il microbiota. Di che si tratta? Nel nostro intestino è presente una grande quantità di microbi e batteri di circa 1,5 kg che costituiscono il cosiddetto”microbiota e che, insieme al tessuto immune intestinale, mantiene il sistema immunitario.

4. Attenti a quel grasso. A fare davvero male al cuore è più la percentuale di massa grassa che non l’eccesso di peso. Per questo bisogna fare attenzione, evitando i cibi possono danneggiare gravemente il nostro organismo.

5. Frutta e verdura rallentano l’invecchiamento. Anche il nostro sistema immunitario subisce gli acciacchi dell’età. Ma cibi con molecole attive vegetali come frutta e verdura possono prevenire o attenuare le malattie croniche infiammatorie.

6. Allergie, intolleranze alimentari e celiachia. Il cibo è veicolo di vari tipi di antigeni e può provocare reazioni allergiche dannose a qualsiasi età. Per questo fin da bambini occorre eliminare gli alimenti che hanno provocato una reazione immunitaria avversa. Queste reazioni sono in aumento per la contaminazione ambientale con l’aumento di nuove patologie legate a nickel e glutine.

7. In aiuto i probiotici. Essi contribuiscono in modo significativo alla salute e al benessere aiutando a prevenire e/o migliorare allergie, infiammazioni intestinali di varia natura e alterazioni immunitarie associate all’obesità e/o all’invecchiamento. I batteri probiotici sembrano essere efficaci e utili a tutte le età e al momento non ci sono effetti avversi riscontrati.

8. I Flavonoidi. Non sono ancora tanti gli studi condotti sull’uomo ma sembra che tali sostanze abbiano un effetto benefico e prevengano alcune malattie.

9. Omega 3 e Omega 6. Due nomi su tutti: l’olio extravergine d’oliva e il pesce azzurro hanno un effetto preventivo delle malattie cardio-vascolari.

10. Vitamine e oligoelementi. Si tratta di sostanze essenziali per regolare alcune funzioni vitali dell’organismo e la difesa immunitaria, aiutando a prevenire alcune malattie a tutte le età.

Siamo davvero ciò che mangiamo.

(fonte: http://greenme.it/mangiare/alimentazione-a-salute/16889-immunonutrizione-cibo-salute)

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone